Castronuovo di Sant’Andrea per “MATERA 2019”

Castronuovo di Sant’Andrea per “MATERA 2019”







Una scena della Porta della Resurrezione





Secondo il programma “Basilicata in marcia per la cultura - Matera 2019” ognuno dei 131 comuni della regione svolgerà la marcia.
L'Amministrazione comunale di Castronuovo di Sant’Andrea, insieme alle Scuole e a tutte le Associazioni, ha organizzato la manifestazione.

Mercoledì 5 giugno 2019 le strade del paese saranno teatro festante della Marcia per la Cultura.
Il corteo partirà alle ore 9,30 da Piazza Salvatore Bologna, dove si potrà ammirare il primo Murales che rappresenta una scena della vita di Sant’Andrea Avellino, che proprio in questo paese ebbe i natali. Scendendo lungo la strada principale del paese si incontrano altri due murales con altre scene di vita del Santo.
Le tre opere saranno illustrate a cura della Pro Loco che, col MIG (Museo Internazionale della Grafica) – Biblioteca “Alessandro Appella”, con il Museo Internazionale del Presepio “Vanni Schewiller”, - Museo della Vita e delle Opere di Sant’Andrea Avellino e Comune di Castronuovo di Sant’Andrea, ha organizzato la manifestazione.

Seguirà una sosta in Piazza della Civiltà Contadina, dove sono presenti opere dei Maestri Consagra e Maccari. Il leccio, simbolo della piazza del paese, diventerà per un giorno, l’albero della cultura. Gli alunni delle scuole lo addobberanno con frasi sulla cultura.
La piazza farà da scenario all’esibizione degli alunni della Scuola Materna che eseguiranno il balletto “Un libro è un tesoro”, per sottolineare che il libro è sempre il miglior amico, che dona tanta saggezza e conoscenza. Gli alunni della scuola Primaria canteranno “chi lo dice che…”, canzone che descrive una giornata scolastica e l’importanza dell’istruzione.
I ragazzi della scuola Secondaria leggeranno una sintesi del discorso che Malala, la ragazza ferita dai Talebani mentre andava a scuola, tenne all’Onu e canteranno la canzone “do it now” sulle note di “bella ciao”, per ricordare che l’ambiente va tutelato e difeso poiché è fondamentale per la nostra esistenza, ed è per tutti noi “la cultura vivente”.

La tappa successiva sarà Piazza Castello dove saranno illustrate le targhe collocate sui muri del Palazzo Marchesale dedicate agli illustri personaggi che dal 1980 hanno dato lustro alla “Serata della Cultura”, organizzata ad agosto di ogni anno dalla Pro Loco, con la collaborazione del MIG.
Seguirà la visita alla Cappella-Casa Natale di sant’Andrea Avellino, dove si potrà ammirare la “Porta della Resurrezione”, opera in bronzo realizzata dallo scultore Antonio Masini, deceduto lo scorso dicembre, inaugurata il 18 maggio 2013.
Nella piazzetta antistante la Cappella, Severina Di Pierro leggerà un testo composto dagli alunni della Scuola Media in onore di sant’Andrea Avellino.

In Piazza Guglielmo Marconi i soci dell’associazione “Gli Amici del MIG” illustreranno le attività e le opere custodite nei tre Musei e nella Biblioteca “Alessandro Appella”. Qui sarà possibile visitare la Chiesa Madre e l’Atelier di Guido Strazza.
Scendendo per le strade del Rione Manca sarà possibile visitare il Museo del Presepio: in grotte caratteristiche sono esposti circa duecento Presepi.
Sulla strada del ritorno è prevista una sosta in Piazza D’Amelio dove il “Circolo Legambiente” presenterà la piazza delle erbe alimentari/officinali con mostra e assaggi di prodotti locali.

La manifestazione si concluderà in Piazza Marconi con gli interventi del Sindaco Antonio Bulfaro, del Parroco don Luis Rodriguez, della Dirigente scolastica Rosa Schettini e di Tomangelo Cappelli, coordinatore regionale del Progetto “In marcia per la cultura”.

Ogni famiglia riceverà in omaggio il libro “Sant’Andrea Avellino – Un pensiero al giorno” scritto da Nicola Arbia.
5 giugno 2019