Statue

Statue

STATUE DEDICATE A S.ANDREA AVELLINO

La foto è relativa alla statua presente nel Santuario dell'Immacolata Concezione di Frattamaggiore (NA).





- BADOLATO (CZ) - CHIESA S.ANDREA AVELLINO
Busto in legno di S. Andrea del XVIII sec.

- CASTRONUOVO DI SANT'ANDREA (PZ)
* CHIESA MADRE S.MARIA DELLE NEVI
* CAPPELLA DI S.ANDREA AVELLINO


- CESENA - CHIESA DI S.ZENONE
La Chiesa di S.Zenone di Cesena ha un impianto semplice ed essenziale. L'interno è a pianta longitudinale ad una sola navata, con abside, catino e facciata con portale e timpano.
Nonostante le modeste dimensioni del tempio, l'interno è ricco di opere d'arte. La sapiente distribuzione spaziale degli affreschi tende a dilatare illusionisticamente l'edificio.
All’interno ci sono due statue di stucco, realizzate dallo scultore cesenate Francesco Calligari (1733-1801), raffiguranti S. Andrea Avellino e S. Francesco di Paola.

- CREMONA - CHIESA DI S.ABBONDIO
(statua lignea dell'inizio del XVIII sec., di particolare interesse artistico).

- FRATTAMAGGIORE - SANTUARIO DELL'IMMACOLATA CONCEZIONE
Nel Santuario di Frattamaggiore (NA) si trova una statua di Sant’Andrea Avellino, da poco restaurata (vedi immagine in alto).

- MELFI (PZ)

Su un lato dell'altare della Chiesa del Carmine (Parrocchia di San Nicola e S. Andrea), in una piccola nicchia, è collocata una statuetta in legno raffigurante S. Andrea Avellino (si ringrazia Carmela Schettino per le informazioni). (13 settembre 2010)

 
- MOLITERNO (PZ)
Nella chiesa francescana di S.Croce di Moliterno si trova un bellissimo busto in legno dorato risalente al XVII secolo, di autore ignoto, raffigurante il Beato Sant’Andrea Avellino.

- MONASTERACE - CHIESA PARROCCHIALE
Nella Chiesa parrocchiale di Monasterace si trova un magnifico busto ligneo del Santo (vedi immagine sotto) che sul retro porta inciso barone Giacomo Oliva anno 1844. Secondo la credenza popolare, tramandatasi nel tempo, tale data potrebbe essere quella di restauro, di realizzazione della statua o del suo arrivo a Monasterace. Potrebbe essere l’origine della festa "U Territoriu", la caratteristica processione che si svolge il 12 maggio, a cadenza triennale.

- NAPOLI - DUOMO: CAPPELLA DEL TESORO DI S.GENNARO
La cappella del Tesoro di San Gennaro, sita nel Duomo di Napoli, si apre nella navata di destra al posto della terza cappella. San Gennaro fu il vescovo di Benevento, e venne fatto decapitare presso la Solfatara di Pozzuoli nel 305, durante la persecuzione voluta dall’imperatore Diocleziano.
Dietro l’altare, sulla parete di fondo, in una nicchia munita di cassaforte e di sportelli d’argento, offerti nel 1667 dal viceré Pietro d’Aragona a nome del re Carlo Il, sono custoditi il busto d’argento dorato e la reliquia del sangue di San Gennaro.
Sono di grande effetto le cinquantuno statue in bronzo o argento dei santi compatroni che arricchiscono l’intera cappella: la prima fu quella di San Tommaso d’Aquino, dichiarato compatrono nel 1605, l’ultima è stata quella di Santa Rita, del 1928.
La statua di Sant’Andrea Avellino si trova sul lato sinistro della Cappella ed è dedicata al nono patrono della Città, proclamato il 29 settembre 1625.

- PALERMO - CHIESA DI S.GIUSEPPE DEI TEATINI
La facciata secondaria che dà sulla piazzetta S. Giuseppe è a tre ordini. Nell’ordine inferiore si apre un'altra porta di accesso alla chiesa con scalinata e adorna di colonne e cimasta triangolare; in quello medio e in quello alto sono allocati, rispettivamente, anche qui dentro nicchia, le statue marmoree di S. Gaetano e di Sant’Andrea Avellino. Sull'attico, al centro lo stemma dell’ORDINE DEI CHIERICI REGOLARI TEATINI: una croce sopra tre monti.

- POZZUOLI (NA) – CHIESA DI S.MARIA DELLE GRAZIE
Nella Chiesa di S.Maria delle Grazie, ubicata nelle vicinanze del porto (piazza della Repubblica), c’è una statua ottocentesca, in legno e carta pesta, raffigurante Sant’Andrea Avellino morente, in posizione distesa. La statua si trova in un altare laterale destro, vicino all’altare Maggiore.
(11 marzo 2007)

- SAN SEVERO (FG) - CHIESA DI SAN SEVERINO
L'effigie di Sant'Andrea Avellino presente nella chiesa di San Severino in San Severo è un manichino in cartapesta (sono in cartapesta la testa, le mani e i piedi) vestito con abiti liturgici, secondo l'iconografia tradizionale (ha il volto estatico e la braccia aperte in contemplazione). Si tratta di manufatto modesto, databile al secondo Ottocento. È collocato in una nicchia in stucco, nella terza cappella destra della navata maggiore, a lui dedicata.

- TORINO - REAL CHIESA DI SAN LORENZO
Nella Real Chiesa di San Lorenzo di Torino, sul lato destro dell’ingresso, si trova una grande statua di Sant’Andrea Avellino.