Lettera del Preposito Generale sul Centenario

Lettera del Preposito Generale sul Centenario

Lettera di Valentín Arteaga y Sánchez Guijaldo, C. R.,
Preposito Generale dei Chierici Regolari Teatini

CELEBRAZIONE DEL IV CENTENARIO
DEL TRANSITO AL CIELO DI SANT’ANDREA AVELLINO


In una Lettera emessa domenica 11 febbraio 2007 (anniversario della promulgazione del Breve di Clemente VII con i quale, nel 1533, ordina la fondazione dei Teatini nella città di Napoli), il Preposito Generale dei Chierici Regolari Teatini fa un appello per la Casa teatina di San Paolo Maggiore di Napoli con riferimento all’Anno Avelliniano.

Nella prima parte ricorda che dal 10 novembre 2007 al 10 novembre 2008 si svolgeranno una serie di eventi in occasione del Quarto Centenario del Transito al Cielo di Sant’Andrea Avellino e che padre Vincenzo Cosenza, delegato generale per il Centenario, e padre Carmine Mazza, Preposito di San Paolo Maggiore, la Casa dove riposano i sacri resti del Santo, stanno ultimando la preparazione del programma per il Centenario.

Padre Valentín Arteaga riporta i seguenti principali aventi, ricordando che il programma definitivo verrà approvato dal Consiglio Generale Pleno.


Anno 2007
9 – 10 novembre: Congresso di studi avelliniani
a Napoli
10 novembre: apertura dell’Anno Giubilare, con la celebrazione Eucaristica alla quale parteciperanno tutti i Prepositi Provinciali. La cerimonia si svolgerà nella Basilica di San Paolo Maggiore di Napoli
12 – 13 novembre: Consiglio Generale Pleno dei Teatini nella basilica di San Paolo Maggiore di Napoli.
14 novembre: visita a Castronuovo di Sant’Andrea (Potenza), paese natale del Santo.

Anno 2008
Gennaio – febbraio

Dal 27 gennaio al 2 febbraio CIT/FP per i Prepositi locali e per i formatori.

Luglio
Dal 12 al 18 incontro Interprovinciale del Movimento Giovanile Teatino (non più di due giovani in rappresentanza di ciascuna famiglia) e dei giovani Presbiteri che contano fino a cinque anni di ordinazione.

Novembre
Dal 3 al 9
Incontro della Famiglia Secolare Teatina (quattro laici per ciascuna Provincia accompagnati da un religioso).

Il Preposito Generale dei Chierici Regolari Teatini invita i Prepositi Provinciali ad attivare in ogni Casa e in ogni comunità un’adeguata preparazione sull’Anno Avelliniano. L’esempio di Sant’Andrea Avellino come postulante, novizio, giovane, formatore, preposito, direttore spirituale, ecc. deve essere un ottimo specchio nel quale specchiarsi di giorno in giorno, sia come Ordine sia come uomini.
Invita i Prepositi Provinciali ad organizzare, per il 10 di ogni mese, in ogni Casa un atto commemorativo del Santo, come per esempio:
- un incontro di preghiera
- una riflessione su un aspetto rilevante della figura di Sant’Andrea Avellino (guida di perfezione cristiana per i giovani, modello di celebrazione liturgica, esempio di povertà, Maestro di umiltà, Apostolo del Sacramento della Penitenza, devoto appassionato della Vergine).

Inoltre il Preposito Generale nella sua lettera auspica che in ciascuna Provincia tutti i suoi membri si impegnino attivamente nella preparazione di quest’Anno con attività di pubblicazioni divulgative, con l’emissione di medaglie, con novene, preparazione di brevi biografie popolari e con la preparazione di immagini del Santo (santini, quadri, sculture).
Invita i Prepositi Provinciali ad organizzare pellegrinaggi alla venerabile Casa di San Paolo Maggiore di Napoli, dove ci sono adeguate condizioni per accogliere, previa accordi preventivi con padre Carmine Mazza, gruppi non molto numerosi di pellegrini.

Gli atti dell’Anno Avelliniano saranno preceduti dalla celebrazione di alcuni Capitoli provinciali (Brasile: 9-11 gennaio; Argentina:12- 17 febbraio; Italia: 18-21 giugno; Spagna: 2-5 luglio).

Padre Valentin Artega invita, in modo particolare, i fratelli della Religione Teatina dell’Immacolata Concezione, della Famiglia Secolare Teatina, dei Movimenti Giovanili e tutti i devoti di Sant’Andrea Avellino ad unirsi ai Teatini nella preparazione della festa del Centenario del transito al cielo di un Santo, sempre attuale.

La seconda parte della lettera è interamente dedicata alla Casa di San Paolo Maggiore, la Grande Casa dell’Ordine.
È il luogo che vide nascere l’Ordine e registrò i più importanti momenti della vita e delle opere di Sant’Andrea Avellino. Qui riposano le spoglie di San Gaetano, fondatore dell’Ordine dei Chierici Regolari Teatini, di Sant’Andrea Avellino ed è la tomba dei Beati Teatini. In questa Basilica c’è la Cappella dove Sant’Andrea Avellino celebrò la sua ultima Messa prima di “salire all’Altare di Dio”.
Invita tutti, Teatini e non, a collaborare per migliorare e rendere sempre più accoglienti questi sacri luoghi e ad aiutare padre Carmine Mazza nella realizzazione dei lavori (CHIESA S.GAETANO: BANCO POSTA N. 13773809 – CAB: 03400 – ABI: 07601 – CIN: L – COORDINATE INTERNAZIONALI: IT- CHECK: 66).
Secondo il Preposito Generale uno sforzo deve essere fatto da tutte le Provincie e non solo da quella italiana, perché San Paolo Maggiore è la Casa dei Teatini.

In attuazione di questo sentimento verso la Basilica di San Paolo Maggiore, padre Valentín ha voluto devolvere € 7.000,00, da lui vinti al XXVI Premio Internazionale di Poesia Mistica per il restauro di questi sacri luoghi teatini che, durante il prossimo Anno Giubilare, verranno visitati dai devoti di Sant’Andrea Avellino, i quali potranno lucrare dell’Indulgenza Plenaria.

18 febbraio 2007