Indulgenze concesse dal Santo Padre per la Peregrinatio

Indulgenze concesse dal Santo Padre per la Peregrinatio

Concessione dell’indulgenza plenaria per la Peregrinatio delle sacre spoglie di Sant’Andrea Avellino

 
 
 
 
Durante la cerimonia religiosa svoltasi a Castronuovo di Sant’Andrea il 20 maggio 2007, padre Vincenzo Cosenza ha letto il documento, inviato dalla Paenitentiaria Apostolica, con il quale viene concessa l’indulgenza plenaria a tutti i penitenti che si recheranno nella Cattedrale di Tursi o nella Chiesa Madre di Castronuovo di Sant’Andrea durante la Peregrinatio delle spoglie del Santo in terra di Basilicata (dal 14 maggio al 9 settembre 2007) e pregheranno Sant’Andrea Avellino secondo le intenzioni del Sommo Pontefice.

 

Di seguito si riporta il testo del documento.

 

 

PENITENTIARIA  APOSTOLICA

 

Beatissimo Padre,

 

Francesco Antonio Nolè, O.F.M. Conv. (Ordine dei Francescani Minori Conventuale), Vescovo della Diocesi di Tursi-Lagonegro, insieme al suo Clero e a tutti i suoi fedeli in Cristo, esprime cari sentimenti di venerazione e di gerarchica obbedienza a Tua Santità, e con riverenza espone che, nel prossimo anno, sarà l'anniversario del quarto centenario della dipartita terrena alla celeste Patria di Sant'Andrea Avellino, sacerdote dell'Ordine dei Chierici Regolari che si addormentò con una santa morte ai piedi dell'altare. Andrea Avellino nasceva nel 1521 a Castronuovo, ora Castronuovo a buon ragione chiamato di Sant'Andrea, nel territorio della suddetta Diocesi.

Ora, affinché venga, nel modo dovuto, ricordata la pia memoria di tale evento e perché i fedeli in Cristo di Castronuovo e di tutta la Diocesi si dispongano ottimamente a riceverne i frutti spirituali, l'Eccellentissimo Oratore ha indetto uno speciale "Anno Andreano", durante il quale, dal giorno 14 del prossimo mese di Maggio fino al giorno del 9 Settembre dell' anno in corso, le insigni reliquie di Sant'Andrea siano in maniera solenne trasferite nella Chiesa Madre di Castronuovo di Sant' Andrea, a vantaggio della grande gioia spirituale dei fedeli.

A questo scopo fortemente desiderato da conseguire, gioverà tanto il dono dell'Indulgenza, che, in seguito, viene chiesto con fiducia, prova e segno della paterna benevolenza di Tua Santità e invito a rinforzare in tutta la Diocesi il gerarchico e filiale vincolo verso la stessa Tua Santità e verso il proprio Sacerdote.

E Dio, etc.

 

 

Giorno 21 Aprile 2007

 

La PENITENTIARIA APOSTOLICA, dall'incarico ricevuto dal Sommo Pontefice, concede con piacere l'Indulgenza plenaria, restanti le solite condizioni (Confessione sacramentale, Comunione eucaristica e la Preghiera secondo l'intenzione del Sommo Pontefice) adempiute secondo rito, ai fedeli in Cristo veramente penitenti nella Cattedrale di Tursi o nella Chiesa Madre di Castronuovo di Sant' Andrea, dal giorno 14 Maggio al giorno 9 Settembre 2007, se a questa sacra funzione ossia pio esercizio, compiuto in onore di Sant'Andrea, parteciperanno devotamente.
Negli stessi giorni, inoltre, potranno ottenere l'Indulgenza partiale, quante volte si dedicheranno, per lo meno con cuore contrito, a preghiere ed altri ossequi di pietà in onore di Sant'Andrea, dinanzi alle Sue reliquie.

Gli anziani, gli infermi, tutti coloro che per giusta causa non possono uscire di casa, potranno ottenere 1'Indulgenza plenaria purché chi conduce la pia visita, unendo se stessi a questi col desiderio dell'animo, davanti al corpo di Sant' Andrea, avranno recitato l'Orazione Domenicana (il Padre Nostro) ed il Simbolo della Fede (il Credo) ed avranno offerto con umiltà e con fiducia alla Misericordia di Dio, per l'intercessione di Maria e di Sant'Andrea, le proprie infermità e le proprie disgrazie; con la rinuncia, accolta nella mente, di ogni peccato, e con l'intenzione di osservare, appena che sarà possibile, le tre solite condizioni.

 

Tanto varrà la presente per tale ufficio. Non essendovi alcun impedimento contrario.

 

firmata da

IACOBUS FRANCISCUS S.R.E. Card. STAFFORD

Paenitentiarius Maior

 

IOANNES FRANCISCUS GIROTTI, O.F.M. Conv.

Ep. Tit. Metensis, Regens
 
(traduzioni effettuate da Mario Di Sario)
 
 
10 giugno 2007