Missa sancti Andreae Avellino

Missa sancti Andreae Avellino

Una significativa immagine della funzione dei Primi Vespri
 
 
 
 
Sabato 10 novembre, 399° anniversario del transito al Cielo di sant’Andrea Avellino,  presso la basilica di San Paolo Maggiore di Napoli verrà eseguita, in prima assoluta, la Missa sancti Andreae Avellino, composta dall’attuale Maestro di Cappella dei Padri Teatini Flavio Colusso, nell’interpretazione della CAPPELLA MUSICALE THEATINA. La Missa è inserita nella solenne concelebrazione eucaristica presieduta da padre Valentín Arteaga, Preposito Generale dell’Ordine, qui, anche autore di alcuni dei versi cantati nella nuova composizione.

La sequenza è articolata con parti di testo cantato in più lingue (Latino, Spagnolo, Italiano, Inglese, le lingue più diffuse fra le varie Provincie dell’Ordine Teatino), e rispetta quella del Proprium della Festa del Santo. Questa nuova-antica “Messa theatina” attinge acqua alle sorgenti della spiritualità dell’Ordine di Gaetano Thiene e trova, nel “combattimento spirituale” del suo grande uomo e Santo castronovese Andrea Avellino, ulteriore forza espressiva esaltata in una dimensione di mistica “rinascita”.

 

Le manifestazioni del IV Centenario del transito al cielo di sant’Andrea Avellino (1521-1608), iniziate il 9 novembre, con una Giornata di studi dedicata alla figura del Santo, ha visto la sera, alle 18, nella basilica napoletana di San Paolo Maggiore - straordinario Santuario del Decumano napoletano dove, oltre a sant’Andrea, riposano il fondatore san Gaetano Thiene e altri beati dell’Ordine Teatino – l’esecuzione del canto dei Primi Vespri della festa del Santo, da parte della Cappella Musicale Teatina e di tutti i padri teatini, venuti per l’occasione a Napoli da tutto il mondo. La funzione religiosa è stata presieduta da S.E. Michele Giordano, cardinale emerito di Napoli.

 

10 novembre 2007