LA VITA DEL SANTO

Premessa
I testi relativi a questa sezione, tratti da: Padre Bernardo Laugeni, C.R., S.ANDREA AVELLINO - il chierico regolare teatino, santoEdizioni della Curia Provinciale dei Chierici Regolari Teatini, Na...
La prima formazione in Lucania
Lancellotto nacque nel 1521 a Castronuovo, poi Castronuovo di Sant'Andrea, in provincia di Potenza, da Giovanni Avellino e da Margherita Appella.L'ambiente familiare degli Avellino, più che dai con...
Gli studi a Napoli e l'incontro con i teatini
In seguito ai consigli dei suoi familiari Lancellotto partì per Napoli; aveva 22 anni.Non si sa con precisione quanto tempo si trattenne a Napoli, probabilmente fra il 1542 e il 1544. La città era ...
L'accoglienza fra i teatini di S.Paolo Maggiore
Il 14 agosto 1556 l’Avellino fu accolto come ospite – postulante fra i teatini. Nella chiesa di S.Paolo i “preti riformati” vivevano la meravigliosa esperienza della prima comunità cristiana: erano...
La riforma del monastero di S.Arcangelo a Baiano
Nel 1551, Don Lancellotto era apprezzato nella Curia Arcivescovile di Napoli, dove da alcuni anni offriva i suoi servizi in materia di riforma.Una delle zone più bisognose di riforma era quella dei...
Preposito in Lombardia
Padre Carlo Borromeo, la cui fama di santità era ovunque già ammirata, volle che anche a Milano – come a Venezia, a Napoli e a Roma – vi fosse la presenza degli operosi teatini.Nel 1570 un gruppett...
Il ritorno a Napoli
Come era consuetudine dei teatini provenienti dalla provincia lombarda, Don Andrea, diretto a Napoli, partì in nave da Venezia per circumnavigare la penisola. Giunta nelle acque ioniche, la nave fu...
Confessore e guida spirituale
In qualità di sacerdote, Don Andrea aveva a disposizione un mezzo efficacissimo per essere d’aiuto ai suoi fratelli nelle necessità dello spirito e in quelle che riguardavano l’indirizzo e lo svilu...
Uomo di governo e scrittore
Nell’aprile 1567 Padre Don Andrea Avellino venne nominato Preposito di San Paolo Maggiore a Napoli. Ricoprì tale carica in varie riprese, fino al 1577, anche a Piacenza e a Milano. E, inoltre, fu v...
L'alberello delle quindici pesche
Nel 1602, quando aveva 82 anni, Don Andrea fu colto da un malore che gli procurava una febbre altissima. L’infermiere per rinfrescargli la bocca gli somministrava dei pezzetti di pesca. Passata l’i...
Il Santo Vecchio
Gli ultimi anni della vita di S. Andrea furono contrassegnati da un crescente espandersi della sua carità.Accorreva ovunque fosse chiamato. D’inverno capitava di dover percorrere strade fangose; a ...
Salirò all'altare di Dio
La mattina del 10 novembre del 1608, secondo il racconto di Valerio Pagano, testimone oculare, Padre Andrea chiamò il fratello laico, datogli per compagnia e aiuto, e scese presto in sacrestia per ...