Sant’Andrea Avellino ritorna nel suo paese

Sant’Andrea Avellino ritorna nel suo paese

 

 

 

 

In occasione del Giubileo Straordinario della Misericordia, le Sacre Spoglie di sant’Andrea Avellino ritorneranno, per la quarta volta in quarantasei anni, nel suo paese natale.
Le precedenti peregrinationes ci furono dal 30 maggio 1970 al 14 novembre 1971; dal 6 ottobre 1990 al 12 novembre 1990; dal 19 maggio 2007 al 15 settembre 2007.

La traslazione delle Spoglie avverrà il prossimo 10 agosto. L’urna partirà dalla basilica napoletana di San Paolo Maggiore, dove è custodita,  e giungerà in serata a Castronuovo di Sant’Andrea, dove resterà fino al 7 novembre prossimo, nella Chiesa parrocchiale “Santa Maria della Neve”.

La presenza delle spoglie e il Giubileo della Misericordia sono una buona occasione, per tutti i lucani, per rendere omaggio a Sant’Andrea Avellino, Santo della Chiesa universale conosciuto e pregato in tutto il mondo. Compatrono della Diocesi di Tursi – Lagonegro sin dal 1884. Santo della terra di Basilicata.

Si ricorda che nell’Anno Santo della Misericordia, come da decreto emanato dal Vescovo di Tursi-Lagonegro il 10 novembre 2015, è possibile ottenere l’Indulgenza plenaria visitando in forma di pellegrinaggio la chiesa parrocchiale di "Santa Maria della Neve" di Castronuovo di Sant’Andrea, dove verranno conservate le Spoglie del Santo, ogni giorno, dal 5 giugno all’11 settembre 2016.

I castronovesi si stanno preparando per accogliere il suo più illustre Figlio in modo solenne. Faranno trovare il paese addobbato e festante.

Nicola Arbia


27 luglio 2016