Sant’Andrea Avellino figlio di Castronuovo. Maggiori notizie nella sezione EVENTI.
Un articolo e un documentario sulla "Porta di bronzo" sono visibili sul portale.
Maggiori notizie nelle sezioni EVENTI e YOUTUBE.
Devozione per il Santo: testimonianza di un padre. Maggiori notizie nella sezione TESTIMONIANZE.
 
 
Email:   Password:  
 
 
 
 
 
Sei in » EVENTI
 
Dettaglio articolo
Ricordo di Padre Gaetano Rossell y Clivillers
Ingrandisci

Padre Gaetano con un gruppo dell'isola di Maiorca e Padre Innocenzo Cuniglio, suo compagno nella missione africana, davanti alle spoglie di sant’Andrea Avellino nella Basilica napoletana di San Paolo Maggiore (pellegrinaggio del 9 ottobre 2008).

 

 

 

 

Quando un teatino lasciava questa terra per mete più alte e durature, padre Gaetano si sforzava di ricordare, sulle varie riviste che ha curato nel corso degli anni,  i tratti principali della loro vita terrena.

Oggi, siamo noi che, cercheremo di ricordarlo a quanti l’hanno conosciuto e stimato, con le poche notizie che abbiamo. Lui era sempre poco propenso a parlare della sua vita.

Padre Gaetano Rossell y Clivillers, dopo tanti anni trascorsi a Roma, l’11 settembre 2009, lasciò la capitale per intraprendere un viaggio che lo portò il 27 settembre a Città del Messico.

Per ogni teatino, a prescindere dai propri desideri, c’è il voto dell’ubbidienza. Si deve essere sempre pronti a partire, con scarni bagagli, per i luoghi dove i responsabili dell’Ordine ritengono ci sia bisogno.

Padre Gaetano ha fatto parte della famiglia teatina per 68 anni. Infatti, vi entrò il 24 settembre 1944 a Barcellona.

Giunse a Roma la prima volta nel 1956 per studiare Teologia alla Pontificia Università Gregoriana, e vi rimase due anni. Durante gli studi, sempre a Roma, fu ordinato sacerdote il 16 marzo 1957. Dopo un periodo di dieci anni di missione in Africa, ritorna nuovamente a Roma, per poi partire per il Messico nel 1970.

Dal 1978 fino al 2009 ha lavorato nella Curia Generalizia con incarichi di alta responsabilità (Vicario Generale, Consultore, Procuratore, Segretario) ed ha effettuato molte ricerche e studi su tutto ciò che riguarda i Teatini.

Dalla nascita del nostro portale (2004) ci è stato sempre vicino con i suoi consigli, con i suoi suggerimenti, con il suo incitamento e con tutte le informazioni atte a farlo diventare sempre più centrale nella raccolta di notizie e nella diffusione delle conoscenze di sant’Andrea Avellino. Il portale fu messo on line il 13 febbraio 2004. Due settimane dopo, il 28 febbraio Padre Gaetano si iscrisse alla mailing del portale, inviando questo messaggio:

Bravi i tre della redazione. Avete dato inizio a un portale che, con la collaborazione di tutti, può diventare una enciclopedia avelliniana. Il IV Centenario è alle porte, siete stati i primi a parlarne da questo importante mezzo di comunicazione. Auguri.

Così iniziò la nostra conoscenza e nacque il nostro intenso rapporto culturale, religioso e di amicizia.

Dopo la sua partenza, la futura lontananza geografica non fu facilmente colmabile, anche se ha sempre continuato ad essere un Padre importante per il nostro lavoro.

Pur dispiaciuti della sua partenza, lo ringraziammo e gli augurammo un buon apostolato nella terra messicana.

Nel messaggio di posta elettronica che, una settimana prima della partenza, accompagnava l’ultimo numero della rivista VIDA TEATINA AYER Y HOY, egli si accomiatava dai lettori con un pensiero dal quale traspariva un poetico velo di tristezza, a dover lasciare Roma, diventata la sua casa:

 Roma es como un sol que muere tras las montes y que definitivamente no acompañará los últimos años de mi vida (Roma è come un sole che muore tra i monti e che definitivamente non accompagnerà gli ultimi anni della mia vita).

Prima di lasciare l’Italia, domenica sei settembre, volle pregare nella Basilica napoletana di San Paolo Maggiore, la Casa dei Teatini, dove sono conservate le spoglie dei Santi dell’Ordine.

Lo scorso 15 maggio, in una mia mail, gli chiesi:

Raccontami qualcosa della tua vita in Messico e se ci sono possibili programmi di venire in Italia.

In una sua risposta dell’11 luglio mi scriveva:

Tornare in Italia?  Né in Italia né in nessun altro luogo del vecchio e del nuovo mondo.
Il mio cammino giunge a termine e non mi resta altro che
passar dal Messico in Paradiso.

Siamo sicuri che ciò è avvenuto e che dall’alto possa continuare a seguirci, con l’aiuto di Dio.

 

Padre Gaetano era molto conosciuto dalle comunità legate a sant’Andrea Avellino. Di seguito riportiamo qualche testimonianza di cui siamo venuti a conoscenza.

MONASTERACE

manifesto affisso

PARROCCHIA ESALTAZIONE DELLA SANTA CROCE - MONASTERACE

COMITATO FESTA S. ANDREA AVELLINO - MONASTERACE

IL 12 AGOSTO 2012, ALL’HOSPITAL ANGELES DE LINDAVISTA (MESSICO) È RITORNATO ALLA CASA DEL PADRE P. CAYETANO ROSSELL Y CLIVILLERS TEATINO C.R.  (PADRE GAETANO).

LA COMUNITÀ DI MONASTERACE, MEMORE DELL’AMORE E DELL’AMICIZIA CHE LA NOBILE PERSONA DI  P. GAETANO NUTRIVA PER IL NOSTRO PAESE,  NEL NOME DI S. ANDREA AVELLINO  SI UNISCE AL DOLORE CHE HA COLPITO LA GRANDE FAMIGLIA TEATINA PER UNA COSÌ  GRAVE PERDITA.

UNA SANTA MESSA DI SUFFRAGIO SARÀ CELEBRATA NELLA PARROCCHIA ESALTAZIONE DELLA S. CROCE DI MONASTERACE CENTRO

SI RINGRAZIANO TUTTI COLORO CHE VORRANNO PARTECIPARE AL SACRO RITO

––––––––––-

messaggio alla Curia Generalizia dei Teatini

PARROCCHIA ESALTAZIONE DELLA SANTA CROCE - MONASTERACE

COMITATO FESTA S. ANDREA AVELLINO - MONASTERACE

Nell’apprendere la notizia del ritorno alla casa del Padre Celeste del nostro amatissimo  P. Gaetano, amico e fratello in Cristo di Monasterace,  esprimo a nome mio personale, del Comitato Festa in onore di S. Andrea Avellino e di tutta la Comunità Parrocchiale le più sentite condoglianze  per una così grave perdita.

Una S. Messa di suffragio, sarà celebrata nella parrocchia Esaltazione della S. Croce in Monasterace Centro.

Restiamo uniti in preghiera.

Un fraterno abbraccio.

Giuseppe Antonio Arcidiacono V. Presidente Comitato Festa S. Andrea Avellino Monasterace

––––––––––––-

CASTRONUOVO DI SANT’ANDREA

messaggio alla Curia Generalizia dei Teatini

La Comunità Parrocchiale S. Maria della Neve, l’Amministrazione Comunale e l’Associazione Proloco di Castronuovo di Sant’Andrea, esprimono alla famiglia Teatina le più sentite condoglianze per la prematura perdita di Padre Gaetano Rossell che ricordiamo con profonda stima ed affetto per la sua illuminata presenza tra noi in occasione del IV Centenario della morte del nostro Santo concittadino  S. Andrea Avellino .

Una Santa Messa in suffragio sarà celebrata nella Parrocchia S. Maria della Neve.

f.to il Parroco Don Domenico Martino, il Sindaco Sandro Berardone, il Presidente della Proloco Pierino Ruberto.

––––––––––-

Nicola Arbia

messaggio alla Curia Generalizia dei Teatini

Reverendo Padre Valentino,

sono molto addolorato, insieme alla mia famiglia, per questo triste evento. È come se avessi perso una persona della mia famiglia. Sono tanti i ricordi che perdo. Perdo una grande guida e un vero amico.

Lei sa che avevamo un continuo rapporto da più di otto anni. Per me era un punto di riferimento anche per il lavoro che svolgevo e svolgo per diffondere la conoscenza della figura di sant’Andrea Avellino.

Padre Gaetano era molto legato all’Ordine e ai Santi Teatini.

Quando c’erano delle occasioni per lavorare in tal senso chiedevo il suo aiuto. Ricordo che insieme siamo stati a Pozzuoli per un pomeriggio dedicato a sant’Andrea Avellino nell’ottobre 2008, a Piazza Armerina per la presentazione della tela del Santo che protegge la Città siciliana nel novembre 2008 e nella Parrocchia sant’Andrea Avellino di Roma nel novembre 2008. Col suo aiuto abbiamo realizzato il documentario sul Santo, presentato nel 2007 e che questo mese è stato stampato dall’Amministrazione Comunale di Castronuovo.

Ogni volta che mi serviva un aiuto storico o religioso o un aiuto nei momenti di sconforto, trovavo con lui quella spinta necessaria per riprendere il cammino con maggiore vigore.

Sicuramente è una grande perdita per tutto l’Ordine che lei amministra.

Mi farebbe piacere avere il riferimento di qualche Padre messicano che ha vissuto con lui in questo periodo per contattarlo.

Mi associo ai Padri Teatini nella preghiera.

Devotamente

Nicola Arbia

 

28 agosto 2012

 

 

 

 

 
 


 
 Foto Gallery
 
 Contatti
 
 Logo
 
 News
Sant’Andrea Avellino figlio di Castronuovo
Il paese natale del Santo ha un nuovo stemma. Maggiori notizie nella sezione EVENTI.
13/10/2017
Il paese del Santo: terra di confino politico
Il paese natale del Santo è stato luogo di confino politico. Maggiori notizie nella sezione EVENTI.
15/09/2017
Serata della cultura nel paese del Santo
Il 19 agosto nel paese del Santo ci sarà la tradizionale serata della cultura. Maggiori notizie nella sezione EVENTI.
18/08/2017
Festa di agosto alla Contrada Terzo
Il 13 agosto il Santo si festeggia alla Contrada Terzo. Maggiori notizie nella sezione EVENTI.
13/08/2017
Riapre la chiesa di San Gaetano di Bitonto
Il 2 agosto ha riaperto a Bitonto la chiesa di san Gaetano. Maggiori notizie nella sezione EVENTI.
05/08/2017
Museo della Vita e delle Opere di sant’Andrea Avellino
L’11 agosto 2017, nel paese natale del Santo verrà inaugurato il Museo della Vita e delle Opere di sant’Andrea Avellino. Maggiori notizie nella sezione EVENTI.
05/08/2017
Bruno Conte legge sant’Andrea Avellino
Il 27 luglio l’artista Bruno Conte legge scritti del Santo. Maggiori notizie nella sezione EVENTI.
27/07/2017
Festa al paese del Santo
Il 21 maggio a Castronuovo di Sant’Andrea ci sarà la tradizionale “festa di maggio” per il Santo.
21/05/2017
Festa de "il territorio"
Il 12 maggio a Monasterace si onora il Santo con la festa de "il territorio".
12/05/2017
Pasqua nel paese del Santo
Fede e arte nella Pasqua a Castronuovo di Sant’Andrea. Maggiori notizie nella sezione EVENTI.
12/04/2017
 
In Evidenza
      Al posto del vecchio portone di legno della Cappella dove nacque Lancellotto Avellino è stata installata una porta di bronzo dell’artista lucano Antonio Masini, legato a Castronuovo da una frequentazione trentennale.L’idea di realizzare la porta è pa...
In qualità di sacerdote, Don Andrea aveva a disposizione un mezzo efficacissimo per essere d’aiuto ai suoi fratelli nelle necessità dello spirito e in quelle che riguardavano l’indirizzo e lo svilu...
Nel 1602, quando aveva 82 anni, Don Andrea fu colto da un malore che gli procurava una febbre altissima. L’infermiere per rinfrescargli la bocca gli somministrava dei pezzetti di pesca. Passata l’i...
 


CMS-solution powered by CyberNET