La processione degli argenti a Capua

La processione degli argenti a Capua

 

Il busto d’argento di sant’Andrea Avellino, conservato tra i “tesori” della Cattedrale di Capua

 


Lo scorso 3 maggio, a Capua è stata ripristinata la processione degli argenti.  Fu soppressa, “per motivi bellici”, settantré anni fa.

Quest’anno, grazie all’interessamento di Camillo Ferrara, esperto di storia e tradizioni di Capua, e alla disponibilità di S.E. Salvatore Visco, Vescovo di Capua da meno di un anno, è stato possibile ripristinarla. Sono stati portati in processione sette busti d’argento raffiguranti i Santi Patroni che fanno parte del tesoro della Cattedrale di Capua: Santo Stefano, Sant’Agata, San Gaetano Thiene, Santa Irene, San Sebastiano, Maria SS. Addolorata, Sant’Andrea Avellino.

I busti nel passato erano almeno ventuno, ma molti sono andati persi o distrutti.

La processione degli argenti ha rappresentato per decenni uno dei pilastri della tradizione popolare capuana. Nata come auspicio per un buon raccolto del grano, si è svolta ininterrottamente il 25 aprile di ogni anno fino al 1941 ed è stata ripresa solo nel 1966 in occasione del millesimo anniversario della fondazione dell’Arcidiocesi di Capua. 

La processione ha portato i busti per le strade del centro storico ed è poi seguita una solenne funzione religiosa presieduta dal Vescovo.

Capua fu messa sotto la protezione dell’allora Beato Andrea Avellino, sin dal gennaio 1628.

La comunità di Castronuovo di Sant’Andrea, paese natale del Santo, dopo aver appreso la notizia, si è resa disponibile a partecipare alla processione del prossimo anno.

 

17 maggio 2014


––––––––––––––––––––––––––––––

La funzione religiosa si può vedere collegandosi al link

http://www.kairosnet.it/liturgia-eucaristica-con-processione-dei-7-busti-di-argento/

 

mentre la processione è visibile di seguito