Via Crucis nel paese natale del Santo

Via Crucis nel paese natale del Santo

 

 

 

Quest’anno, la settimana Santa a Castronuovo di Sant’Andrea, paese natale del Santo, è iniziata con una manifestazione civile per ricordare Sandrino Berardone, Sindaco del paese, morto l’8 gennaio 2015.
Infatti, il 31 marzo, il vice-sindaco Romeo Graziano ha letto, in Consiglio Comunale,  una relazione con la quale ha ricordato la figura di Sandrino Berardone, mettendo in risalto quanto è stato realizzato nel paese grazie al suo dinamismo, alla sua operosità, alla sua lungimiranza e al suo forte legame con il territorio e con la sua gente.

Sandrino era molto devoto a sant’Andrea Avellino e, nel suo programma, aveva inserito un piano di sviluppo del paese nel nome del Santo, con una serie di attività da realizzare.
Romeo Graziano, nella sua relazione ha ricordato quanto già realizzato:
1. la porta della Resurrezione (portone di ingresso della chiesa costruita dove nacque il Santo nel 1921), opera dello scultore Antonio Masini;
2. il recupero della Chiesa San Filippo Neri, all’interno della quale sarà allestito un  Museo dedicato a sant’Andrea Avellino;
3. il Sentiero dei Murales, opere realizzate da artisti spagnoli, serbi e italiani, raffiguranti i miracoli del Santo.
Il Consiglio Comunale, per onorare la sua memoria ed additarlo come esempio a quanti si impegnano ad amministrare la cosa pubblica, ha deliberato di intitolargli la Sala d’ingresso alla Biblioteca Comunale, in Piazza Marconi, n. 3.

Il programma delle manifestazioni religiose prevede:
Venerdì 3 aprile 2015, alle ore 18 e alle ore 23, nelle antiche strade di Castronuovo di Sant’Andrea, per iniziativa della Pro Loco e con la collaborazione del MIG. Museo Internazionale della Grafica – Biblioteca Comunale “Alessandro Appella” - Atelier “Guido Strazza” - Museo Internazionale del Presepio “Vanni Scheiwiller”, si rinnova l’incontro arte-fede: un artista contemporaneo interpreta gli episodi della storia degli ultimi giorni di Gesù e scandisce con il suo lavoro la processione che da centinaia di anni attraversa il paese e ha il suo momento più emozionante nell’incontro del Figlio morto con la Madre, rappresentati da due statue in cartapesta del XVIII secolo conservate nella Chiesa Madre.
La processione notturna, invece, si caratterizza per il fatto di essere riservata solo agli uomini.

Castronuovo di Sant’Andrea, entrato fin dal 1981 nel giro delle città che fissano l’appuntamento pasquale con l’arte, attraverso una particolare Via Crucis, dimostra quanto sia importante confermare questa tradizione di una esperienza così esaltante come quella di porsi di fronte al mistero della Passione.
Dopo Fazzini, Strazza, Dal Molin Ferenzona, Masi, Ricci, Lorenzetti, Cerone, Santoro, Pirozzi, Scorcelletti, Pulsoni, Guida, Masini, Timossi, Melotti, Giovanna Martinelli e tanti altri, le quattordici stazioni della passione, quest’anno, sono dell’artista Edo Janich.

Cos’è la Via Crucis, come è stata rappresentata, e cosa si può ancora fare?”.
Sono questi gli interrogativi che si è posto Edo Janich prima di cimentarsi nella realizzazione delle quattordici stazioni che, quest'anno, scandiranno il percorso delle due processioni del Venerdì Santo. Si tratta di intensi disegni a inchiostro, essenziali nella scelta iconografica ma densi di segni decisi e quasi puntiformi, tutti elementi che ben esprimono l'idea di sofferenza che il tema della Via Crucis ha suscitato nelle riflessioni dell'artista.
Tocchi di colore, stesi ad acquerello, arricchiscono le immagini caricandole di vitalità, permettendo, in tal modo, una lettura più serena dell'evento che diventa così la rappresentazione della vittoria della vita sulla morte attraverso il sacrificio e l'insegnamento di Cristo. Un mondo, quello di Janich, fatto di abilità tecnica e pensiero che conferma che l’arte contemporanea può avere etica e servire egregiamente l’esperienza di fede.

Un altro importante appuntamento con l'arte, promosso nell'ambito delle manifestazioni della Settimana Pasquale, si terrà domenica 5 aprile 2015, alle ore 11.30, nella Chiesa Madre di Santa Maria della Neve, e vedrà la celebrazione della Santa Messa di Pasqua sull’altare impreziosito dalla tovaglia realizzata per l'occasione dall'artista Guido Strazza. L'iniziativa, avviata nel 2014 con l'esposizione della tovaglia d'altare di Maria Lai, si ripete anche  quest'anno grazie al coinvolgimento dell'artista romano di origine toscana. Si tratta di una tovaglia in cotone dipinta con i simboli della Pasqua, un pesce e una colomba, e al centro una serie di cerchi concentrici come vortice di energia che si libra nell’aria dopo la Resurrezione.

Subito dopo la Santa Messa, nella Chiesa Madre di Santa Maria della Neve, si terrà la premiazione dei bambini che, nel corso della settimana, insieme ai loro genitori, avranno realizzato la colomba di pasta più bella. L'iniziativa è organizzata dal MIG e nasce da un'idea di Edo Janich che premierà il lavoro più interessante con una colomba in rame da lui realizzata.

In occasione della Via Crucis di Edo Janich e della celebrazione della Santa Messa di Pasqua, con l’altare adornato della tovaglia dipinta da Guido Strazza, sarà possibile visitare, nelle sale del MIG. Museo Internazionale della Grafica, la mostra “Henri Goetz. Incisioni, libri d’artista, immagini e documenti 1947 -1980”.
Le 14 stazioni della Via Crucis, dopo la processione, verranno allestite in una delle sale del MIG e rimarranno esposte fino al 1° giugno 2015.

2 aprile 2015

––––––
Per contatti:

PRO LOCO Castronuovo S.A.
Piazza C. Zaccara 4, 85030, Castronuovo S.A. (PZ)
Tel. 0973.835484 - 336472813.
e-mail: prolococastronuovo@tiscali.it

MIG  Museo Internazionale della Grafica - Biblioteca Comunale “Alessandro Appella” Atelier “Guido Strazza”
Palazzo dell’Antico Municipio, Piazza Guglielmo Marconi 3,

Museo Internazionale del Presepio “Vanni Scheiwiller”
Rione Manca 85030 Castronuovo Sant’Andrea (PZ)
Tel. 0973. 835014 – 3474017613,
e-mail mig-biblioteca@libero.it, - museoscheiwiller@libero.it
sito www.mig-biblioteca.it,
Facebook MIG.Museo-Internazionale-della-Grafica.
Tutti i giorni (tranne il lunedì), dalle 17 alle 20.