Sant’Andrea Avellino figlio di Castronuovo. Maggiori notizie nella sezione EVENTI.
Un articolo e un documentario sulla "Porta di bronzo" sono visibili sul portale.
Maggiori notizie nelle sezioni EVENTI e YOUTUBE.
Devozione per il Santo: testimonianza di un padre. Maggiori notizie nella sezione TESTIMONIANZE.
 
 
Email:   Password:  
 
 
 
 
 
Sei in » EVENTI
 
Dettaglio articolo
Via Crucis a Castronuovo di Sant’Andrea
Ingrandisci

 

 

Vincenzo Gaetaniello:XIII stazione della via Crucis

 

Come ormai si verifica da 35 anni, a Castronuovo di Sant’Andrea viene solennemente ricordato la Passione del venerdì Santo con manifestazioni religiose nel segno dell’arte.
Venerdì 25 marzo 2016, alle ore 17,00 e alle ore 24,00, la commemorazione del doloroso percorso di Cristo che si avvia alla crocifissione sul Golgota viene ricostruito dall’arte contemporanea lungo le vie del paese natale di sant’Andrea Avellino, per iniziativa del MIG. Museo Internazionale della Grafica – Biblioteca Comunale “Alessandro Appella” - Atelier “Guido Strazza” - Museo Internazionale del Presepio “Vanni Scheiwiller” e della Proloco, antesignana dell’evento fin dai primi anni Ottanta.
Si rinnova così l’incontro arte-fede: l’artista napoletano Vincenzo Gaetaniello interpreta la sequenza murale della “via dolorosa” percorsa da Gesù, entrando con intensa partecipazione nell’arcaica processione che ha da sempre contraddistinto il fervore religioso di Castronuovo di Sant’Andrea. Non a caso, è rimasto nel rito il più suggestivo ed emozionante episodio della Passione: lo struggente incontro del Figlio morto con la Madre, rappresentato dalle due antiche statue in cartapesta del XVIII secolo. Inoltre, altrettanto emblematica è la processione notturna, sin dall’origine riservata alla partecipazione e manifestazione della sola devozione maschile.
Sulla scorta di questa tradizione secolare, Castronuovo di Sant’Andrea, 35 anni fa ha considerato imprescindibile l’appuntamento pasquale con l’arte affidando ad un artista l’impegno di interpretare la Via Crucis. E così, a partire da Fazzini, Strazza, Dal Molin Ferenzona, Masi, Ricci, Lorenzetti, Cerone, Santoro, Teodosi,  Pirozzi, Scorcelletti, Pulsoni, Guida, Masini, Timossi, Melotti, Giovanna Martinelli, Edo Janich e tanti altri, stazione dopo stazione, hanno fatto scorrere sui muri dell’intero paese un ricco intreccio di temi e riferimenti che fanno la storia di una contemporaneità posta di fronte al mistero della Passione.
Quest’anno, le 14 stazioni della Via Crucis sono di Vincenzo Gaetaniello il quale ha affrontato, nel proporre la sua personale esegesi, una iconografia ricca e vivace, segnata, passo dopo passo, dal simbolo della Croce intorno alla quale si muovono frammenti di una umanità propria di un “napoletano dell’entroterra, non alto, solido, le mani e le spalle capaci, viso roseo e rotondo, lo sguardo costantemente in allarme” che Vasco Pratolini vide in occasione di una mostra di alcuni decenni fa.
Il culto pasquale e l’arte non esauriscono il loro incontro nel solo giorno del Venerdì Santo, ma raggiungono la loro espressività, propria della Santa Messa di Pasqua, domenica 27 marzo 2016, alle 11,30. Una inedita tovaglia d’altare, appositamente realizzata dall’artista romano Claudio Palmieri, andrà ad impreziosire la solennità del giorno della Resurrezione di Gesù. Dopo Maria Lai e Guido Strazza, quest’anno Palmieri ha ideato una composizione simmetrica al cui centro emerge l’inusuale immagine della Fenice, simbolo della Resurrezione e affiancata dall’uccello di fuoco, di astrazione mitologica pagana orientale, che risorge dalle proprie ceneri. Sulla tovaglia, inoltre, ai lati dell’immagine della Fenice compaiono due croci: il simbolo geometrico della Croce allude al ricordo della Passione, morte e resurrezione di Cristo, un monito dell’invito evangelico ad imitare Gesù, accettando pazientemente anche la sofferenza. Di notevole pathos sono gli otto rami di palma che separano i simboli, donando ritmo compositivo; sono essi stessi i simboli di resurrezione e di vita eterna, in quanto piante presenti nell’Eden. La palma è legata al martirio e produce un’infiorescenza quando sembra oramai morta, così come i martiri hanno la loro rinascita e ricompensa in Paradiso.  Negli spigoli laterali, invece, compare la Corona di Spine simbolo del cammino penitenziale nella realtà della sofferenza e del sacrificio, nonché uno degli strumenti più emblematici della Passione di Cristo.
In occasione della Via Crucis di Vincenzo Gaetaniello e della celebrazione della Santa Messa di Pasqua, con l’altare adornato dalla tovaglia dipinta da Claudio Palmieri, sarà possibile visitare nelle sale del MIG. Museo Internazionale della Grafica la mostra antologica di Hans Richter e  il bozzetto in bronzo e cinque lastre della Resurrezione, la grande scultura realizzata da Pericle Fazzini per la sale delle udienze del Papa. Inoltre, resteranno aperti l’Atelier “Guido Strazza” e il Museo Internazionale del Presepio “Vanni Schewiller”.

24 marzo 2016

––––-

                                                       PRO LOCO 
Piazza C. Zaccara 4, 85030, Castronuovo di Sant’Andrea (PZ)
Tel. 0973.835484 - 336472813.
e-mail: prolococastronuovo@tiscali.it,

MIG  Museo Internazionale della Grafica - Biblioteca Comunale “Alessandro Appella”
 Atelier “Guido Strazza”
Palazzo dell’Antico Municipio, Piazza Guglielmo Marconi 3,

Museo Internazionale del Presepio “Vanni Scheiwiller”
Rione Manca 85030 Castronuovo di Sant’Andrea (PZ)
Tel. 0973. 835014 – 3474017613,
e-mail mig-biblioteca@libero.it, - museoscheiwiller@libero.it
sito www.mig-biblioteca.it,
Facebook MIG.Museo-Internazionale-della-Grafica.
Tutti i giorni, tranne il lunedì, dalle 17 alle 20

 

 

 
 


 
 Foto Gallery
 
 Contatti
 
 Logo
 
 News
Sant’Andrea Avellino figlio di Castronuovo
Il paese natale del Santo ha un nuovo stemma. Maggiori notizie nella sezione EVENTI.
13/10/2017
Il paese del Santo: terra di confino politico
Il paese natale del Santo è stato luogo di confino politico. Maggiori notizie nella sezione EVENTI.
15/09/2017
Serata della cultura nel paese del Santo
Il 19 agosto nel paese del Santo ci sarà la tradizionale serata della cultura. Maggiori notizie nella sezione EVENTI.
18/08/2017
Festa di agosto alla Contrada Terzo
Il 13 agosto il Santo si festeggia alla Contrada Terzo. Maggiori notizie nella sezione EVENTI.
13/08/2017
Riapre la chiesa di San Gaetano di Bitonto
Il 2 agosto ha riaperto a Bitonto la chiesa di san Gaetano. Maggiori notizie nella sezione EVENTI.
05/08/2017
Museo della Vita e delle Opere di sant’Andrea Avellino
L’11 agosto 2017, nel paese natale del Santo verrà inaugurato il Museo della Vita e delle Opere di sant’Andrea Avellino. Maggiori notizie nella sezione EVENTI.
05/08/2017
Bruno Conte legge sant’Andrea Avellino
Il 27 luglio l’artista Bruno Conte legge scritti del Santo. Maggiori notizie nella sezione EVENTI.
27/07/2017
Festa al paese del Santo
Il 21 maggio a Castronuovo di Sant’Andrea ci sarà la tradizionale “festa di maggio” per il Santo.
21/05/2017
Festa de "il territorio"
Il 12 maggio a Monasterace si onora il Santo con la festa de "il territorio".
12/05/2017
Pasqua nel paese del Santo
Fede e arte nella Pasqua a Castronuovo di Sant’Andrea. Maggiori notizie nella sezione EVENTI.
12/04/2017
 
In Evidenza
      Al posto del vecchio portone di legno della Cappella dove nacque Lancellotto Avellino è stata installata una porta di bronzo dell’artista lucano Antonio Masini, legato a Castronuovo da una frequentazione trentennale.L’idea di realizzare la porta è pa...
In qualità di sacerdote, Don Andrea aveva a disposizione un mezzo efficacissimo per essere d’aiuto ai suoi fratelli nelle necessità dello spirito e in quelle che riguardavano l’indirizzo e lo svilu...
Nel 1602, quando aveva 82 anni, Don Andrea fu colto da un malore che gli procurava una febbre altissima. L’infermiere per rinfrescargli la bocca gli somministrava dei pezzetti di pesca. Passata l’i...
 


CMS-solution powered by CyberNET