Bruno Conte legge sant’Andrea Avellino

Bruno Conte legge sant’Andrea Avellino

 

 

 

Bruno Conte

Giovedì 27 luglio 2017, alle ore 19.00, nelle sale del MIG. Museo Internazionale della Grafica di Castronuovo Sant’Andrea e della Bibliomediateca di Moliterno (per conto del MAM, Musei Aiello Moliterno), si inaugurano le mostre delle opere di Bruno Conte, realizzate dopo la lettura di Sant’Andrea Avellino ( Castronuovo di Sant'Andrea, 1521 - Napoli, 1608), religioso dei Chierici Regolari Teatini, scrittore, proclamato Santo nel  1712 da papa Clemente XI, e delle opere di Ernesto Porcari, realizzate dopo la lettura di Ferdinando Petruccelli della Gattina (Moliterno, 1815 – Parigi, 1890), giornalista, scrittore, patriota e politico.

La lettura rientra nell’impegno preso per ACAMM, il sistema dei Musei di Aliano, Castronuovo di Sant’Andrea, Moliterno e Montemurro, relativo all’incontro con quattro personaggi di rilievo dei quattro paesi: Carlo Levi per Aliano (riletto da Giuseppe Capitano), Sant’Andrea Avellino per Castronuovo di Sant’Andrea (riletto da Bruno Conte), Ferdinando Petruccelli della Gattina per Moliterno (riletto da Ernesto Porcari), Leonardo Sinisgalli per Montemurro (riletto da Guido Strazza). 

Bruno Conte, nato a Roma nel 1939, nella lettura degli scritti di sant’Andrea Avellino è attratto dalla tenacia del Santo nel progredire sulla via della perfezione abbandonando ogni aspirazione di grandezza, dalla sua capacità di convinzione attraverso una intensa attività epistolare e, durante la vita e dopo la morte, dai suoi miracoli. 

Ernesto Porcari, riscoprendo le qualità di giornalista moderno di Petruccelli della Gattina e la sua ostinazione a denunciare il malcostume della politica, ne apprezza l’adesione alle idee mazziniane, l’opposizione ai Borboni, la partecipazione alle lotte contadine, e, soprattutto, l’amore della bandiera come idea di appartenenza.

Le mostre rimarranno aperte fino al 12 ottobre 2017.

 

27 luglio 2017