Principali provvedimenti adottati dalla XIV sessione della Consulta generale ordinaria per il periodo 2003-2009

Principali provvedimenti adottati dalla XIV sessione della Consulta generale ordinaria per il periodo 2003-2009


L’anno giubilare per Sant’Andrea Avellino

1 – Esposizione delle sue reliquie a Monasterace

Sentito il parere del suo Consiglio, il Preposito Generale ha autorizzato il presidente del comitato organizzatore per i festeggiamenti di Sant’Andrea Avellino di Monasterace, Antonio Arcidiacono, ad esporre, sotto determinate condizioni, per 15 giorni, tutti gli oggetti appartenuti al Santo che attualmente si conservano a Napoli, nella Basilica di San Paolo Maggiore. Tale esposizione avverrà a maggio, in concomitanza con la festa triennale del territorio.


2 – Preparazione di una nuova biografia del Santo

Il Preposito Generale dei Teatini, don Valentín Arteaga, e il Preposito Provinciale d’Italia, don Vincenzo Cosenza, si sono impegnati a preparare, per il prossimo mese di novembre, una nuova biografia su Sant’Andrea Avellino. Don Valentín Arteaga curerà la versione in spagnolo, don Vincenzo Cosenza quella in italiano.


3 – Contatti con le Poste Italiane, con le Poste Vaticane e con alcuni canali televisivi

Don Vincenzo Cosenza informa che, probabilmente, le Poste Italiane e le Poste Vaticane emetteranno dei francobolli celebrativi in occasione del IV Centenario del Transito al Cielo di Sant’Andrea Avellino. Inoltre ci sono stati contatti con la RAI per trasmettere, a livello nazionale, le celebrazioni relative all’apertura (10 novembre 2007) e alla chiusura dell’anno giubilare (10 novembre 2008).
Le manifestazioni si svolgeranno intorno alla cella e alle spoglie del Santo custodite a Napoli, nella Basilica di San Paolo Maggiore. I pellegrini che visiteranno il sepolcro potranno lucrare il dono dell’indulgenza plenaria.
Sant’Andrea Avellino è il nono patrono di Napoli, patrono di Palermo, Milano, Piacenza e di altre città italiane. La sua tomba sarà meta costante di pellegrinaggi di fedeli che, con devozione, chiederanno la sua incessante e fraterna protezione.

da MUNDO TEATINO
Boletín de formación e información teatina
n. 15/2005, 10 Marzo 2005