Musiche dedicate al Santo

Musiche dedicate al Santo

L’Orchestra  "Key Largo" durante le prove
 
 
 
 
 
Lunedì 28 maggio 2007 è stata una giornata particolare.

Dalle 19 alle 22, in una chiesa sconsacrata del centro di Napoli, l’Orchestra "Key Largo" diretta dal Maestro Giuseppe Carannante, ha fatto vivere dei momenti emozionanti: dopo oltre due secoli sono state suonate delle musiche dedicate a Sant’Andrea Avellino.

Le musiche, scritte da importanti compositori dell’epoca, volevano celebrare questo semplice e grande Santo e interpretare il senso della sua intera vita, culminata e sintetizzata nell’ultima frase pronunciata ai piedi dell’altare, durante la sua ultima Messa: “Salirò all’Altare di Dio”.

Intensa l’emozione dei giovani musicisti dell’Orchestra. Dopo aver avuto delle sintetiche notizie sull’origine delle partiture e sulla figura del santo teatino, con grande concentrazione hanno fatto uscire dagli archi delle splendide melodie.
 

L’ascolto, ad ogni chiusi, delle musiche portava il pensiero al 10 novembre 1608, quando Sant’Andrea Avellino nacque alla nuova vita che lo avrebbe portato a godere della continua visione di Dio, a coronazione di una vita interamente vissuta per questo fine.

Le prove, per perfezionare l’esecuzione, continueranno nei prossimi giorni, nel rispetto del grande e lungo lavoro di revisione fatto dal Maestro Giuseppe Carannante. Tutti i musicisti sono impegnati ad eseguire alla perfezione le partiture.
La loro musica, nello scenario della bella chiesa, dotata di un’ottima acustica, sarà sicuramente una intensa preghiera a Sant’Andrea Avellino.

 

 

01 giugno 2007