Sant’Andrea Avellino figlio di Castronuovo. Maggiori notizie nella sezione EVENTI.
Un articolo e un documentario sulla "Porta di bronzo" sono visibili sul portale.
Maggiori notizie nelle sezioni EVENTI e YOUTUBE.
Devozione per il Santo: testimonianza di un padre. Maggiori notizie nella sezione TESTIMONIANZE.
 
 
Email:   Password:  
 
 
 
 
 
Sei in » EVENTI
 
Dettaglio articolo
Concerto per Sant’Andrea Avellino
Ingrandisci

 La chiesa Madre di Castronuovo durante il Concerto
 
 
 
 
 
 
Nella suggestiva cornice della Chiesa Madre di S. Maria della Neve di Castronuovo di Sant’Andrea, davanti alle spoglie del Santo, il 9 agosto 2007 si è tenuto il Concerto per Sant’Andrea Avellino.

In questa Chiesa, da poco ristrutturata, sono riecheggiate, per la prima volta, le note di musicisti che, affascinati dalla figura del Santo, gli dedicarono delle belle composizioni.

Erano presenti tutte le autorità civili, religiose e militari del paese. Da Roma erano venuti padre Valentin Arteaga, Preposito Generale dei Chierici Regolari Teatini e padre Luigi De Micco, Padre Provinciale dei Chierici Regolari Teatini; da San Brancato di Sant’Arcangelo, padre Luigi Ferro C. R., della Parrocchia San Giuseppe Lavoratore.

Per una felice coincidenza, era il quarto anniversario dell’ordinazione sacerdotale di don Adelmo Iacovino, parroco del paese.

È stato un motivo in più per vivere un’atmosfera di festa.

 

Le musiche eseguite nel corso della serata sono state trovate in diverse biblioteche e conservatori d’Italia.

Si tratta di partiture del ’700 e dell’800, revisionate dal maestro Giuseppe Carannante, direttore dell’Orchestra “Key Largo”, che ha eseguito:

 

Inno Solenne per S. Andrea Avellino, composto nel 1772 da Carlo Lenzi (1735-1805), per quattro voci e orchestra (Allegro, Allegretto, Allegro, Larghetto, Allegro).

Questo musicista, nato a Dezzo di Azzone, un paesino della bergamasca Val di Scalve, l’11 luglio 1735, studiò prima a Bergamo e, poi, dal 1755 al 1760 a Napoli.

Rientrato a Bergamo, all’età di 25 anni, fu nominato vice del maestro di cappella della Basilica di S. Maria Maggiore di Bergamo.

Nel 1767, Lenzi divenne maestro di cappella titolare e ricoprì questa carica fino al 1802. 

Nelle sue composizioni si osserva quanto restò legato agli insegnamenti ricevuti dalla scuola napoletana. Rimane un esempio per le composizioni di musica sacra.

 

 

Responsorio per S. Andrea Avellino composto nel 1835 da Filippo Grazioli (1774-1840), per quattro voci e Basso continuo.

 

 

Inno per S. Andrea Avellino, composto nel 1816 da Giuseppe Sigismondo (1739-1826), per due voci maschili e archi.

                   

Giuseppe Sigismondo fu un musicista, bibliotecario dell’Orfanotrofio della Pietà dei Turchini, contribuì molto alla costituzione della biblioteca del Conservatorio San Pietro a Maiella, che avvenne nel 1826.

 

Per la registrazione della manifestazione e per la sistemazione logistica del pubblico il personale del Comune, della Protezione Civile e della Parrocchia avevano predisposto un attento servizio.

 

I castronovesi sono stati degli spettatori modello: da quando sono entrati in chiesa e hanno preso posto, hanno atteso in religioso silenzio l’inizio del concerto.

È stato un pubblico straordinariamente partecipe, tutto compreso nello spirito dell’evento, che ha vissuto una serata di intense emozioni.

La manifestazione è stata presentata da Nicola Arbia, ideatore del Concerto.

 

Era quasi palpabile la commozione durante la recitazione di Roberto Albin, che ha letto alcuni pensieri di Sant’Andrea Avellino tratti da brani delle Lettere e dai Sermoni. Il colmo della commozione si è avuto quando sono stati descritti gli ultimi momenti di vita del Santo e al racconto del miracolo operato per sua intercessione al piccolo castronovese Scipione Arleo: uno dei tre miracoli riconosciuti dalla Sacra Congregazione dei Riti durante il processo di canonizzazione.

 

A conclusione del Concerto Nicola Arbia ha ringraziato pubblicamente il suo amico Maestro Giuseppe Carannante per aver accettato con entusiasmo l’idea di lavorare intorno al suo progetto, che aveva come fine quello di riascoltare dopo tanti anni delle musiche dedicate a Sant’Andrea Avellino e di farle eseguire nel paese natale del Santo. Pur consapevole del compito impegnativo, si è lasciato affascinare ed ha lavorato duramente dallo scorso novembre, curando la trascrizione delle partiture e la loro revisione.

 

Un altro ringraziamento è andato all’Orchestra e ai cantanti,  con i quali Nicola Arbia ha vissuto tutta la costruzione del Concerto ai piedi dell’altare della chiesa napoletana, sconsacrata, di San Giorgio dei genovesi. Sono stati bravi e si sono dedicati con emozione a questa avventura sentendo che stavano facendo qualcosa di diverso e importante.

In segno di ringraziamento per l’impegno e la partecipazione, il sindaco Antonio Bulfaro e Nicola Arbia hanno consegnato a tutti una pergamena.

Al maestro Giuseppe Carannante, inoltre, don Adelmo Iacovino ha consegnato un medaglione e la copia di una lettera di Sant’Andrea Avellino, custodita a Castronuovo.

È stata una serata indimenticabile, per la quale bisogna ringraziare l’Amministrazione Comunale e la Parrocchia, che hanno creduto in questa iniziativa ed hanno reso possibile un evento che resterà nella memoria dei presenti.

 

Cliccando sull'icona Scheda informativa, situata nella parte bassa a sinistra di questa pagina, è possibile scaricare e leggere i componenti dell’Orchestra e il programma del concerto.

 
 
12 agosto 2007
 
 
 
Nicola Arbia presenta il “Concerto per Sant’Andrea Avellino”
Il maestro Giuseppe Carannante e la sua Orchestra “Key Largo”
L’Orchestra “Key Largo” e i cantanti
Roberto Albin recita brani del Santo
La cerimonia di premiazione a fine concerto
 



 
 Foto Gallery
 
 Contatti
 
 Logo
 
 News
Sant’Andrea Avellino figlio di Castronuovo
Il paese natale del Santo ha un nuovo stemma. Maggiori notizie nella sezione EVENTI.
13/10/2017
Il paese del Santo: terra di confino politico
Il paese natale del Santo è stato luogo di confino politico. Maggiori notizie nella sezione EVENTI.
15/09/2017
Serata della cultura nel paese del Santo
Il 19 agosto nel paese del Santo ci sarà la tradizionale serata della cultura. Maggiori notizie nella sezione EVENTI.
18/08/2017
Festa di agosto alla Contrada Terzo
Il 13 agosto il Santo si festeggia alla Contrada Terzo. Maggiori notizie nella sezione EVENTI.
13/08/2017
Riapre la chiesa di San Gaetano di Bitonto
Il 2 agosto ha riaperto a Bitonto la chiesa di san Gaetano. Maggiori notizie nella sezione EVENTI.
05/08/2017
Museo della Vita e delle Opere di sant’Andrea Avellino
L’11 agosto 2017, nel paese natale del Santo verrà inaugurato il Museo della Vita e delle Opere di sant’Andrea Avellino. Maggiori notizie nella sezione EVENTI.
05/08/2017
Bruno Conte legge sant’Andrea Avellino
Il 27 luglio l’artista Bruno Conte legge scritti del Santo. Maggiori notizie nella sezione EVENTI.
27/07/2017
Festa al paese del Santo
Il 21 maggio a Castronuovo di Sant’Andrea ci sarà la tradizionale “festa di maggio” per il Santo.
21/05/2017
Festa de "il territorio"
Il 12 maggio a Monasterace si onora il Santo con la festa de "il territorio".
12/05/2017
Pasqua nel paese del Santo
Fede e arte nella Pasqua a Castronuovo di Sant’Andrea. Maggiori notizie nella sezione EVENTI.
12/04/2017
 
In Evidenza
      Al posto del vecchio portone di legno della Cappella dove nacque Lancellotto Avellino è stata installata una porta di bronzo dell’artista lucano Antonio Masini, legato a Castronuovo da una frequentazione trentennale.L’idea di realizzare la porta è pa...
In qualità di sacerdote, Don Andrea aveva a disposizione un mezzo efficacissimo per essere d’aiuto ai suoi fratelli nelle necessità dello spirito e in quelle che riguardavano l’indirizzo e lo svilu...
Nel 1602, quando aveva 82 anni, Don Andrea fu colto da un malore che gli procurava una febbre altissima. L’infermiere per rinfrescargli la bocca gli somministrava dei pezzetti di pesca. Passata l’i...
 


CMS-solution powered by CyberNET