Un film su Sant’Andrea Avellino

Un film su Sant’Andrea Avellino

La Chiesa Madre di Castronuovo prima della proiezione del film.

 
 
 
 
 
 
In occasione della festa di agosto dedicata a Sant’Andrea Avellino, nella Chiesa Madre di S. Maria della Neve di Castronuovo di Sant’Andrea, davanti alle spoglie del Santo, il 10 agosto 2007 è stato proiettato, per la prima volta, il film Sant’Andrea Avellino, di Nicola Arbia.

La sera precedente i castronovesi avevano seguito il Concerto per Sant’Andrea Avellino e ascoltato delle musiche che, da secoli, non venivano eseguite. Le avrebbero ascoltate nuovamente come colonna sonora del film.

 

Il film SANT’ANDREA AVELLINO da me realizzato, con l’aiuto di un gruppo di amici, professionisti nei vari settori curati, che si sono fatti coinvolgere in questa iniziativa, è finalizzato a diffondere le principali notizie riguardanti il santo teatino e a rinverdirne il culto.

Vuole essere una preghiera corale e collettiva, in vista del prossimo Quarto Centenario del Transito al Cielo (10 novembre 2008).

Tutto è nato da un’idea di Pino Castronuovo, giornalista della RAI di Napoli ora in pensione, un nostro conterraneo, molto legato a Castronuovo, che ha dato la sua disponibilità.

Ho scritto la sceneggiatura e, prima di renderla esecutiva, l’ho sottoposta alle critiche e alle correzioni di padre Gaetano Rossell y Clivillers, uno dei maggiori sostenitori delle mie iniziative.

Dopo la registrazione del testo da parte di uno speaker professionista, è intervenuto Livio Viciani, tecnico montatore della RAI di Napoli, un nuovo prezioso amico, che, a distanza di 8 mesi, è sicuramente diventato un esperto della vita del Santo. Per portare a termine il film nel tempo previsto ha fatto anche le nottate, conciliando le sue attività con questo impegno che ha accettato, sin dall’inizio, con molto entusiasmo. Ha fatto miracoli, utilizzando tecniche avanzate di montaggio, per creare ritmi ed effetti congruenti con quanto si voleva raccontare.

 

Anche per questa serata erano presenti tutte le autorità civili, religiose e militari del paese. Sono venuti appositamente da Roma Padre Valentin Arteaga, Preposito Generale dei Chierici Regolari Teatini e padre Luigi De Micco, Padre Provinciale dei Chierici Regolari Teatini e da San Brancato di Sant’Arcangelo padre Igino.

 

I castronovesi hanno partecipato alla proiezione con intensa emozione.

Per molti era certamente la prima volta che ascoltavano alcune informazioni sulla vita e le opere del loro Santo, frutto di un’accurata ricerca storica e religiosa, e vedevano immagini di quadri, statue, incisioni, medaglie, santini da me raccolti e provenienti da tutto il mondo.

Fra i reperti iconografici un quadro messicano raffigurante Sant’Andrea con la toga; disegni di autori inglesi, spagnoli, tedeschi; una statua che rappresenta Sant’Andrea supino, dopo il colpo apoplettico, custodita nella Chiesa di Santa Maria delle Grazie a Pozzuoli.

Il film ripropone i fatti più importanti legati alla vita del Santo in modo semplice e divulgativo.

Dopo la proiezione, in segno di ringraziamento per l’impegno e la dedizione nel rendere possibile la realizzazione del film, il Sindaco ed io abbiamo consegnato a Livio Viciani e a Pino Castronuovo una pergamena. Don Adelmo Iacovino ha voluto consegnare, ad ognuno di loro, un medaglione di Sant’Andrea Avellino.

 

Un’altra pergamena e un medaglione sono stati dati a padre Gaetano Rossell y Clivillers per il prezioso contributo fornito per la preparazione del “Concerto per Sant’Andrea Avellino” e del film “Sant’Andrea Avellino”.

Li ha ritirati, per lui, attualmente in Messico, padre Valentin Arteaga, Preposito Generale dei Chierici Regolari Teatini.

 

Una pergamena e un medaglione sono stati assegnati anche:

-   alla società Cybernet di Pozzuoli, provider che ospita il portale, per il lavoro svolto e il supporto fornito per la diffusione, sulla rete Internet, delle notizie riguardanti Sant’Andrea Avellino

-   al professor Raffaele Giamminelli di Pozzuoli per gli artistici logo realizzati per il Quarto Centenario del Transito al Cielo di Sant’Andrea Avellino.

Consegnerò io stesso, a Pozzuoli, questi ultimi riconoscimenti.

 

Alla fine della serata il sindaco Antonio Bulfaro, a nome dell’Amministrazione Comunale, mi ha consegnato una targa ricordo per “il costante impegno nella divulgazione di notizie sull’illustre concittadino Sant’Andrea Avellino”.

 

Anche per questa serata bisogna ringraziare l’Amministrazione Comunale e la Parrocchia, che hanno possibile tale evento.

 

Nicola Arbia
 

Cliccando sull'icona Scheda informativa, situata nella parte bassa a sinistra di questa pagina, è possibile scaricare e leggere alcuni dati sul film.