Richiesto francobollo alla Città del Vaticano

Richiesto francobollo alla Città del Vaticano

 

Qualche giorno fa è stata inoltrata, a S. E. Carlo Maria Viganò, Segretario della Pontificia Commissione per lo Stato della Città del Vaticano, la richiesta per l’emissione di un francobollo per il Terzo Centenario della Canonizzazione di sant'Andrea Avellino.

 

 

----------------

PONTIFICIA COMMISSIONE PER LO STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO

00120 CITTÀ DEL VATICANO

 

 

All’attenzione di Sua Eccellenza Monsignor

 

CARLO MARIA VIGANÒ

 

Segretario della Pontificia Commissione per lo Stato della Città del Vaticano

 

 

 

RICHIESTA DI EMISSIONE DI UN FRANCOBOLLO

in occasione del

TERZO CENTENARIO DELLA CANONIZZAZIONE DI

 

SANT’ANDREA AVELLINO

22 maggio 1712 - 22 maggio 2012

 

Eccellenza Reverendissima,

sono l’ingegner Nicola Arbia.

Faccio richiesta per l’emissione di un francobollo commemorativo in occasione del III Centenario della Canonizzazione di Sant’Andrea Avellino. La richiesta, pur non avendo provenienza istituzionale, viene fatta con la massima forza e convinzione ed è finalizzata a dare lustro ad una delle figure più importanti del Seicento, sia nel campo storico-religioso che sociale, e alla Basilicata, terra che gli diede i natali.

 

Da sette anni ho fondato il portale www.santandreaavellino.it, che ha avuto il riconoscimento e l’Alto Patronato del Preposito Generale dei Chierici Regolari Teatini.

Il mio interesse per sant’Andrea Avellino, Chierico Regolare Teatino, è legato al fatto di essere nato nello stesso piccolo paese del Santo, Castronuovo di Sant’Andrea, in provincia di Potenza.

Svolgo una serie di attività per raccogliere i documenti che riguardano questo Santo Teatino, le notizie sul culto per Lui, la documentazione sulle opere (quadri, chiese, busti, cappelle, ecc.) a lui dedicate in tutto il mondo, le musiche inedite a lui dedicate, e a diffondere il suo pensiero, lasciatoci con i manoscritti e con sette volumi di lettere e opere stampate nel 1731-1734, con una serie di studi e di manifestazioni.

Sant’Andrea Avellino è stato un artefice della Controriforma. Per la sua saggezza e il suo ascendente fu chiamato in alcune città d’Italia (Napoli, Milano, Piacenza, Parma) per mettere ordine nelle comunità religiose. Era tenuto in grande considerazione dal cardinale Carlo Borromeo e da molti cardinali e vescovi di tutta Italia, come Scipione Rebiba e Paolo Burali d’Arezzo.

Fu il direttore spirituale di famiglie nobili dell’epoca, in tutta Italia: Farnese, Carafa, Caracciolo, Pignatelli, Colonna, Trivulzio, Visconte.

Tante sono le città italiane che lo hanno proclamato loro patrono: Badolato (CZ), Cosenza, Monasterace (RC), Benevento, Capri, Capua, Napoli, Nola, Sorrento, Vico, Bari, Bitonto, Lecce, Foligno, Palermo, Messina, Piazza Armerina (EN), l’isola di Sicilia, Milano, Piacenza, Bagnolo Cremasco (BS), Gardone Riviera (BS) e, naturalmente, diverse località lucane: Castronuovo di Sant’Andrea, Senise, Sant’Arcangelo, Stigliano, Roccanova, Tursi.

Un artista, con esperienza in materia, è disponibile per la realizzazione del bozzetto.

Resto a disposizione per integrare la documentazione necessaria e, ove fosse necessario, a venire a Roma.

Anticipatamente la ringrazio

Pozzuoli, 8 marzo 2011                          ing. Nicola Arbia

 

 

 

------------------

allegato:

BIOGRAFIA

 

20 marzo 201